Home Page
 
La popolazione degli uccelli nel territorio di San Mommè è sorprendentemente ricca e varia.
Per le vie i prati e i giardini di San Mommè si possono avvistare numerose specie diverse di uccelli.
Questo grazie a molti fattori climatici e geografici ma anche al del fenomeno dell’antropizzazione (animali che abitualmente vivono nel bosco che si stabiliscono nei centri abitati perché trovano abbondanza di cibo e condizioni più favorevoli a quelle abituali).
Tale fenomeno, unito all’abitudine al contatto ravvicinato con l’uomo da parte degli animali selvatici, paradossalmente rende possibile fare più avvistamenti in paese che nel folto dei boschi, dove siamo degli intrusi e la nostra presenza viene rilevata da grande distanza.
Gli uccelli che si possono avvistare variano a seconda del periodo.
Alcuni uccelli sono stanziali come i passeri e le cince, cioè restano tutto l’anno, altri sono migratori, altri ancora sono parzialmente migratori o migratori a corto raggio, ad esempio scricciolo e pettirosso.
Le specie migratrici si distinguono in migratrici nidificanti, che nidificano da noi e svernano in paesi più caldi, come ad esempio le rondini, e migratrici svernanti, ovvero che trascorrono da noi la stagione fredda per poi nidificare nei paesi più a nord, come i lucherini.

Testo e Foto di Samuele Pesce
maschio di averla piccola
foto 1
cincia bigia
foto 2
femmina di lucherino
foto 3
fringuello maschio
foto 4
rondine al nido
foto 5
merla e bacche d'edera
foto 6
peppola
foto 7
pettirosso
foto 8
cardellino
foto 9
picchio verde
foto 10
regolo
foto 11
cincia mora
foto 12
cinciarella
foto 13
litigio tra due maschi di lucherino
foto 14
maschio di lucherino che minaccia un suo simile
foto 15
luì piccolo
foto 16
lucherino maschio
foto 17
cincia mora
foto 18
picchio rosso maggiore
foto 19
torcicollo
foto 20